MANIFESTAZIONE DI REGOLARITÀ

CON STRUMENTAZIONE MECCANICA 

ART. 1 PROGRAMMA

Il Club organizzatore: CLUB AUTO E MOTO D'EPOCA F. SARTARELLI  federato A.S.I., indice e organizza, nei giorni  11 - 12 GIUGNO 2016 una MANIFESTAZIONE DI REGOLARITÀ CON STRUMENTAZIONE MECCANICA per Auto storiche con rilevamenti di passaggio denominata:

XIX RIEVOCAZIONE STORICA TRAPANI - MONTE ERICE

Apertura Iscrizioni: data: 02 MAGGIO 2016  

Chiusura Iscrizioni: data: 09 GIUGNO 2016 

Distribuzione Road Book: località: TRAPANI data: 11 GIUGNO 2016

Verifiche ante - evento: località: TRAPANI data: 11 GIUGNO 2016 orario: 8:00 

Orari:

Prima Tappa: Partenza della prima vettura: località: TRAPANI data: 11 GIUGNO 2016 Arrivo della prima vettura: località: TRAPANI data: 11 GIUGNO 2016  

Seconda Tappa: Partenza della prima vettura: località: TRAPANI data: 12 GIUGNO 2016 ore: 10:00 Arrivo della prima vettura: località: ERICE data: 12 GIUGNO ore: 13:00

Tipologia dei Rilevamenti: Pressostato  

 

Art. 2 COMITATO D’ONORE

: DA DEFINIRE

 

Art. 3 COMITATO ORGANIZZATORE

Presidente: SALVATORE MUSTAZZA Componenti: CARLO INCAMMISA, ANTONIO TRAPANI, ALBERTO CATALANO, SALVY MARINO, GIAMPIERO MUSMECI. Sede: VIA SPALTI 47 , TRAPANI

 

Art. 4 ADDETTI ALL'EVENTO

Delegati di Club: CARLO INCAMMISA (Direttore Evento)

Delegato A.S.I.: IN ATTESA DI NOMINA (Giudice Unico)

Cronometristi: FEDERAZIONE ITALIANA CRONOMETRISTI - TRAPANI

Commissario tecnico A.S.I.: SALVY MARINO

Ufficio Stampa: ANTONINO MALTESE

Addetto alla logistica: GIANNI DORIA 

 

Art. 5 PERCORSO

II percorso della Manifestazione avrà una lunghezza complessiva di Km 100 e sarà descritto nella cartografia e nella tabella delle distanze e dei tempi che saranno allegate al presente regolamento particolare dell'evento, di cui farà parte integrante, e nel Road Book. La tabella delle distanze e dei tempi allegata indicherà la tipologia e la modalità di svolgimento dei controlli di passaggio. L'evento si svolgerà su strade aperte al traffico, con velocità medie non superiori ai 40 Km/h. Per la compilazione delle classifiche saranno utilizzati i coefficienti di rivalutazione A.S.I. (x 1, anno di costruzione).

 

Art. 6 VETTURE

Saranno ammesse vetture in possesso di Certificato di Identità A.S.I. (Omologazione) o Carta d’Identità FIVA (in caso di Eventi iscritti a Calendario internazionale F.I.V.A. o per conduttori stranieri) o Permesso di Partecipazione rilasciato dall’A.S.I. o in assenza di uno di questi documenti (in quest ultimo caso verrà applicato un coefficiente unico di x 3,000). L’Attestato di Storicità e datazione non é documento valido per la partecipazione a Manifestazioni. Le vetture saranno suddivise nelle seguenti classi (periodi): A Ancêtres (Ancestor) : costruite fino al 31/12/1904 B Vétéran (Veteran): costruite fino al 31/12/1918 C Vintage: costruite fino al 31/12/1930 D PostVintage: costruite dall'01/01/1931 al 31/12/1945 E Classic: costruite dall'01/01/1946 al 31/12/1960 F Post Classic: costruite dall'01/01/1961 al 31/12/1970 G Modern: costruite dall'01/01/1971 e prodotte da 20 anni regolamento 2014 Manifestazioni di Regolarità con strumentazione meccanica ASI - 3 e suddivise nei seguenti raggruppamenti (facoltativi): Ante 1945 Sport GTS GT Turismo Non sono ammesse alla Manifestazione vetture con targa prova.

 

Art. 7 PARTECIPANTI

Per ogni vettura potrà essere iscritto un equipaggio formato da un conduttore e da un navigatore (anche minorenne) oppure da un solo conduttore. A bordo dell’auto non potranno essere ammessi più passeggeri di quanti previsti dalla carta di circolazione. Per essere ammessi all'evento sarà richiesta l'associazione all'A.S.I. - F.I.V.A., la titolarità della Patente di guida in corso di validità (per i conduttori) e la Polizza di assicurazione RCA. I navigatori ed i passeggeri, a cui in ogni caso é fatto divieto di condurre la vettura durante i rilevamenti di passaggio, sono esentati dall'obbligo di essere titolari di associazione all'A.S.I. - F.I.V.A..

 

Art.8 ISCRIZIONI

Le iscrizioni, da inviare a CLUB AUTO E MOTO D'EPOCA F. SARTARELLI  saranno aperte il:  02 MAGGIO 2016 e saranno ricevute fino alle ore 20:00 del 09 GIUGNO 2016. Le domande di iscrizione dovranno essere accompagnate dalla quota di iscrizione. II Comitato Organizzatore si riserva di respingere, senza peraltro darne giustificazione alcuna, qualsiasi domanda d'iscrizione. Di tale decisione sarà data tempestiva comunicazione unitamente alla restituzione, per intero, della tassa d'iscrizione. Attenzione, solo nel caso sopracitato la tassa verrà restituita.

 

Art. 9 VERIFICHE

I conduttori dovranno presentarsi, nelle località, nelle date e negli orari previsti dal programma, per l'espletamento delle seguenti formalità: controllo dei documenti di ammissione dei partecipanti Tessera A.S.I., Patente di Guida Polizza di Assicurazione RCA identificazione delle vetture iscritte: Certificato di Identità A.S.I. (Omologazione) Permesso di PartecipazioneA.S.I. rilasciato dalla C.T.N. Carta d'Identità F.I.V.A. (in manifestazioni a calendario internazionale F.I.V.A. o per conduttori stranieri) L’Attestato di Storicità e Datazione non é documento valido per la partecipazione a Manifestazioni. regolamento 2014 Manifestazioni di Regolarità con strumentazione meccanica ASI - 4

 

Art. 10 PARTENZE

Le partenze saranno date isolatamente con vettura ferma e motore in moto, con i seguenti preavvisi scanditi a voce: mancano 30 secondi, mancano 15 secondi, mancano 10 secondi, VIA ! Gli ultimi 5 secondi saranno scanditi uno per uno. Un Conduttore già pronto agli ordini dello Starter, può non essere pronto ad avviarsi: la partenza può essere consentita anche a spinta (sotto il controllo degli addetti all'evento) con un ritardo non superiore ai 15 secondi. L'ordine di partenza sarà stabilito a discrezione dell'Organizzatore.

 

Art. 11 SVOLGIMENTO DELLA MANIFESTAZIONE

L'evento si svolgerà secondo le seguenti disposizioni: i tempi teorici ufficiali, che i conduttori saranno tenuti a rispettare, saranno esclusivamente quelli indicati nella tabella di marcia. Per la sincronizzazione dell'ora ufficiale dell’evento sarà utilizzato il sistema GPS (sincronizzazione UTC- Coordinated Universal Time - Ora Ufficiale Europea) la sincronizzazione manuale degli apparecchi di rilevamento dei conduttori potrà essere effettuata sull'orologio posto alla partenza di tappa non sarà previsto alcun tipo di parco chiuso.

 

Art. 12 ESCLUSIONE DALLA CLASSIFICA

Un partecipante sarà considerato fuori tempo massimo: se transiterà ad controllo orario con un ritardo pari o superiore a 15 minuti primi se accumulerà ritardi a più controlli complessivamente superiori a 30 minuti primi nelle manifestazioni con più tappe gli equipaggi fuori tempo massimo e gli equipaggi non transitati ad uno o più controlli (C.O., P.C., C.T.) potranno essere riammessi (previa richiesta al Giudice Unico) alla partenza della successiva tappa, ricevendo una penalizzazione pari al 100% delle penalità dell'ultimo equipaggio regolarmente classificato.

 

Art. 13 OBBLIGHI DEI CONDUTTORI

Durante tutto il percorso della manifestazione i conduttori dovranno rispettare tutte le norme di circolazione e le disposizioni impartite dal Giudice Unico e avere una condotta di guida cosciente e prudente. Non dovranno, inoltre, fermare la vettura, indietreggiare, invertire la marcia e/o ostacolare in qualsiasi modo gli altri equipaggi nelle zone di controllo individuate dai cartelli di inizio e di fine controllo. In caso di ostruzioni stradali o di altri casi di forza maggiore verificatisi prima della partenza, il percorso di gara potrà essere modificato oppure potranno essere neutralizzati alcuni particolari tratti dello stesso nei quali la prescrizione di qualsiasi velocità media potrebbe determinare situazioni di pericolo. In particolare: È vietato aprire le portiere durante il rilevamento di passaggio. È vietato, per motivi di sicurezza, sporgersi dal finestrino della vettura. È obbligatorio transitare ai rilevamenti con i finestrini abbassati. È vietato essere collegati via radio o telefono con auto e moto di appoggio che vadano ad aprire il percorso precedendo la vettura, in modo particolare nei pressi dei controlli di passaggio e nelle prove a media imposta. regolamento 2014 Manifestazioni di Regolarità con strumentazione meccanica ASI - 5 È vietata ogni sporgenza non prevista dal Costruttore applicata alla carrozzeria (i cosiddetti mirini di plastica o metallo) che deturpi l'immagine della vettura, ma è consentita (anche se sconsigliata) l'apposizione di un segnale di riferimento sullacarrozzeria tramite non più di due segmenti di nastro adesivo della lunghezza massima di cm 10 l'uno. È fatto obbligo ai partecipanti alle Manifestazioni iscritte a Calendario di esporre in modo visibile la Targa di Omologazione A.S.I. in metallo. L'inosservanza dei divieti elencati nei punti precedenti comporterà, da parte dei Delegati A.S.I., l'adozione di provvedimenti disciplinari graduati (dall’ammonizione a 500 penalità) in base alla gravità ed alla rilevanza della trasgressione, fino all'esclusione dalla Manifestazione e dalla classifica.

 

Art. 14 APPARECCHI DI MISURAZIONE E RILEVAMENTO TEMPI

Per il rilevamento dei tempi da parte dei partecipanti saranno consentiti solamente cronometri analogici con lancette. È vietato l’utilizzo di qualsiasi tipo di scansione (ex.: sonora, ottica, vibrata elettrica, ecc.) in grado di trasmettere direttamente dall’orologio (anche se di tipo consentito) al pilota o al navigatore, il ritmo e la frequenza del trascorrere dei secondi. L’unica scansione consentita è quella generata localmente o meccanicamente dal navigatore, traendo la cadenza esclusivamente dalla lettura ottica delle lancette. È vietato l’utilizzo di cuffie, auricolari e impianti interfonici. Anche per la misurazione delle distanze non sono ammessi strumenti elettronici di alcun tipo: sono autorizzati solo contatori a lettura meccanica. A bordo della vettura sono proibiti tutti gli apparecchi di misura e calcolo della media e/o distanza elettronici, anche se non montaggio sulla vettura stessa (telefoni cellulari). L'inosservanza delle disposizioni sull'uso degli apparecchi di misurazione e di rilevamento dei tempi comporterà l'esclusione dalla manifestazione e dalla classifica.

 

 

Art. 15 PENALITÀ' ED ALTRI PROVVEDIMENTI

 

   15.1 Controlli orari

Sono controllati manualmente: in caso di partenza ogni 60" il Conduttore è tenuto a transitare nel minuto pieno del tempo ideale desunto dalla tabella di marcia; se le auto partono ogni 30" i C.O. saranno rilevati, controllati e penalizzati al 60°secondo successivo al tempo ideale di transito, pertanto se il tempo ideale di transito è 10h 45' 30” il concorrente potrà transitare al C.O. entro le 10h 46' 29". per ogni minuto (o frazione) di anticipo 100 penalità (con un max di 300) per ogni minuto (o frazione) di ritardo 100 penalità (con un max di 300) per ritardo oltre il tempo massimo esclusione dalla classifica di tappa Nei Controlli Orari è, di norma, vietato l’arresto della vettura (fermo-vettura) nel tratto compreso tra il cartello giallo e quello beige barrato, a meno che il Regolamento non richieda l’annotazione del tempo di passaggio o l’accesso alla zona di controllo non sia autorizzata. L’infrazione comporta: nel C.O. in oggetto 100 punti di penalità

   15.2 Rilevamenti di passaggio

per ogni 1/100 di secondo di anticipo o ritardo (con un max. di 300) 1 penalità regolamento 2014 Manifestazioni di Regolarità con strumentazione meccanica ASI - 6 Note per l'effettuazione delle Prove cronometrate ( PC ) Queste prove sono indipendenti dai C.O., mai coincidenti con essi, ma ad essi interne. Esse sono sempre caratterizzate da un Controllo di Entrata, da un Controllo di Uscita e da un tempo di percorrenza imposto (indicato nella tabella di marcia). Il conducente, giunto in vista del cartello di Inizio Prova e ricevuta l'indicazione di "via libera" segnalata dal Commissario, sceglie da se il momento di inizio prova che è l'attimo di attraversamento del rilevamento e di conseguenza regola l'esattezza del suo passaggio di arrivo al rilevamento del Controllo di Uscita. E' possibile che siano previste più prove di questo tipo tra esse contigue: in tal caso il tempo di passaggio al rilevamento di uscita della prima prova (giusto o errato che sia) costituisce il tempo di entrata della prova successiva. Nelle prove di oltre 200 metri, un cartello giallo di preavviso, posto tra i 25 ed i 50 metri prima del Controllo, avverte la presenza del rilevamento. E' vietato l'arresto della vettura (fermo-vettura) nel tratto compreso tra il cartello giallo e quello beige barrato nei rilevamenti di passaggio della prova cronometrata. L'infrazione di comporta nella prova in oggetto “fermo vettura” 100 punti di penalità

   15.3 Prove a media imposta

Per ogni secondo di anticipo o di ritardo (con un max. di 300) 10 penalità Note per l'effettuazione delle Prove a Media Imposta (PMI) Anche queste prove sono indipendenti dai C.O. e ad essi interne, mai coincidenti. L'inizio può essere coincidente con un controllo di entrata o di uscita di una P.C. Da questo punto inizia la prova a media imposta, della lunghezza minima di 5 km, all'interno della quale verranno predisposti uno o piú punti di cronometraggio segreti. Verrà indicata, nella Tabella di Marcia, la media di percorrenza obbligata in base alla quale calcolare l'esatto tempo di passaggio ai rilevamenti segreti. Il rilevamento segreto non potrà essere collocato nei primi 500 m della Prova. I tempi di uscita verranno rilevati al secondo in forma manuale da un cronometrista posizionato in prossimità di una nota del road book (+/- 100 m). Il Road book e la Tabella Tempi e Distanze indicheranno anche il luogo (e nota del radar) che costituisce il limite massimo teorico della prova. Il radar nel tratto di percorrenza delle prove di navigazione potrà, per aumentare la difficoltà, non riportare le indicazioni metriche. L'Organizzatore è tenuto ad indicare nel road-book ed a segnalare sul luogo un tratto di strada rettilineo (Base Misurata) con indicazioni delle distanze, verificabile dai concorrenti prima della gara, misurato con gli stessi strumenti utilizzati per la stesura del road-book.

   15.4 Controlli Timbro (C.T.)

Se è prevista la presenza di controlli a timbro, indicati nel Radar di Percorso e nella Tabella di Marcia. L'equipaggio è tenuto a far apporre dal Commissario il timbro di passaggio. Il mancato passaggio al controllo, o comunque l'assenza del visto sulla Tabella di Marcia, comportano l'esclusione dalla classifica finale.

   15.5 Tabella di marcia

Alterazione, manomissione o correzioni non avallate dal Direttore dell'Evento Esclusione dalla Manifestazione Mancata restituzione al controllo di arrivo Esclusione dalla Classifica Mancanza di un timbro di controllo (C.T.) Esclusione dalla Classifica

   15.6 Altre penalizzazioni

Per rifiuto di partenza nell'ora e ordine stabilito 100 penalità Per arresto vettura in zona di controllo (fermo vettura) 100 penalità Per accesso non autorizzato dell'equipaggio in zona di controllo ( fatti salvi ulteriori provvedimenti) 300 penalità Per ogni prova di abilità non disputata (vettura non transitata in ingresso e uscita) 500 penalità Per transito al rilevamento con finestrini chiusi dall’ammonizione a 500 pen. fino all’esclusione Per infrazione al divieto di apertura delle portiere dall’ammonizione a 500 pen. durante il passaggio fino all’esclusione fino all’esclusione Per infrazione al divieto di sporgersi dal finestrino dall’ammonizione a 500 pen. durante il passaggio fino all’esclusione Per utilizzo di mirini non regolamentari dall’ammonizione a 500 pen. fino all’esclusione Per utilizzo di collegamenti radio con auto d’appoggio dall’ammonizione a 500 pen. fino all’esclusione Per mancata esposizione dellaTarga di dall’ammonizione a 500 pen. OmologazioneA.S.I. fino all’esclusione Per blocco del passaggio e/o danno agli equipaggi dall’ammonizione a 500 pen. fino all’esclusione Per comportamento antisportivo dall’ammonizione a 500 pen. fino all’esclusione Per passaggio ad un controllo in senso contrario Esclusione dalla Manifestazione Per non conformità della vettura al Codice della strada Non ammissione Per infrazione al C.d.S. verificata dalle Autorità Esclusione dalla Manifestazione Per irregolarità dei documenti in sede di verifica Non ammissione Per mancato rispetto degli orari di verifica Non ammissione Per ritardo alla partenza superiore ai dieci minuti Non ammissione Per aver fatto condurre la vettura da persona diversa Esclusione dalla dal conduttore durante un rilevamento di passaggio Manifestazione Per mancanza di tutti i numeri di gara Esclusione dalla Manifestazione Per utilizzo di apparecchi di misurazione e Esclusione dalla rilevamento tempi non previsti dall’art.14 Manifestazione

 

Art. 16 ARRIVO

II controllo d'arrivo della prima tappa sarà aperto alle ore: __________ II controllo d'arrivo della seconda tappa sarà aperto alle ore: __________

 

Art. 17 CLASSIFICHE

Verranno redatte le seguenti classifiche: DA DEFINIRE

 

Art. 18 PREMI

La Manifestazione sarà dotata almeno dei seguenti premi d'onore: Ai primi 10 equipaggi della classifica GeneraleAssoluta

AL PRIMO equipaggio Femminile

Altri premi potranno essere assegnati a discrezione del Comitato Organizzatore.

 

Art. 19 RECLAMI E RICHIESTE REVISIONE TEMPI

Gli eventuali reclami vanno presentati per iscritto ed entro 30 minuti dalla esposizione della Classifica Ufficiale al Direttore dell'Evento accompagnati dal deposito cauzionale di € 250,00. Tale deposito dovrà essere versato in contanti al Delegato A.S.I.: in caso di accoglimento del reclamo sarà restituito, in caso di rigetto, sarà trasmesso all’A.S.I.. Durante lo svolgimento di questo tipo di eventi ( su strada aperta al traffico ), a causa di circostanze quasi sempre non prevedibili, possono insorgere situazioni di ostacolo al corretto svolgimento della manifestazione. Analoghi problemi possono insorgere anche per il cattivo funzionamento o errato utilizzo delle apparecchiature di cronometraggio. Di seguito si indicano alcuni principi e regole di comportamento che possono essere applicate, in tali circostanze. Staratura o disallineamento di un cronometro in una prova cronometrata P.C. I nuovi sistemi elettronici consentono di eliminare totalmente questo inconveniente. Qualora tuttavia si verificasse si procederà come segue : Staratura di incerta determinazione, ma decisamente contenuta: accettata come parte del gioco Staratura di incerta determinazione, ma grave e consistente (passibile di avere favorito pesantemente uno o più equipaggi che hanno trovato casualmente in questo errore una perfetta compensazione alla loro imperfetta prestazione): annullamento della prova È previsto il ricorso all’ in sostituzione del punteggio viziato, se gli assegnazione della media equipaggi danneggiati sono in numero limitato (inferiore a 10). La soglia di determinazione della gravità della staratura è inappellabilmente affidata al DelegatoA.S.I. e Giudice Unico. Rottura dei dispositivi elettronici durante l'effettuazione di una prova cronometrata P.C.: annullamento della prova. regolamento 2014 Manifestazioni di Regolarità con strumentazione meccanica ASI - 9 Intralcio in zona di rilevamento del tempo Il danneggiamento o l'ostruzione di corsia o della zona di rilevamento del tempo, causati dall'errore o dall'imperizia di un'altro conduttore sono considerati parte del gioco ed accettati come possibile inconveniente di gara (a meno di precise e circostanziate segnalazioni da parte del Commissario preposto). E' facoltà del Giudice Unico esaminare eventuali segnalazioni e dirimerle con il principio della media. Intralcio al Controllo per causa di mezzi o agenti esterni L'intralcio o il disturbo momentaneo causato da una inavvertita azione di uno spettatore o di un passante sono considerati . Una interruzione più grave, ma limitata ad uno o parte del gioco pochi partecipanti (tale da non consentire il rilevamento del tempo), accuratamente segnalata dal Commissario preposto al Controllo potrà essere risolta del dal Giudice Unico con il criterio della (un punteggio di merito pari alla media, arrotondata per troncamento, di tutti i media punteggi di gara totalizzati dal concorrente in tutte le sue prove, tolti il migliore ed il peggiore di essi). Qualora l'intralcio sia grave e coinvolga un numero consistente di equipaggi il Controllo verrà . annullato interamente Impossibile determinazione di un tempo In caso di cattivo funzionamento delle apparecchiature cronometriche (pressostato o scrivente) che determinino la perdita di un tempo, potrà essere applicata la regola dell . In tutti i casi, comunque, il ricorso al principio della media sarà 'assegnazione della media contenuto ai casi più chiari e gravi e sarà inappellabilmente affidato ad una decisione del Giudice Unico. Reclami e verifiche dei tempi ufficiosi Al fine di scoprire e risolvere possibili errori dovuti a involontarie inesattezze risultanti dall'operato del personale cronometrista o dagli addetti all'elaborazione dei dati di gara, tutti i tempi ufficiosi delle prove saranno esposti, alla fine di ogni tappa in luoghi ed orari comunicati dal Comitato Organizzatore. Gli equipaggi, presa visione di tali tempi, avranno a disposizione un tempo di 30 minuti per avanzare al Giudice Unico le richieste di controllo e verifica. Il Giudice Unico, utilizzando tutta la documentazione ufficiale in suo possesso prenderà le opportune decisioni (convalida del tempo, rettifica del tempo o altre decisioni). Il metodo di lavoro dei cronometristi prevede il rilevamento completamente automatico dei tempi senza ricorso alla battuta manuale di riscontro (che potrà essere utilizzata solo in particolari situazioni contingenti) e con un tempo di inibizione normalmente settato su 2 sec.. Tale tempo potrà essere variato solo in presenza di particolari situazioni che ne richiedano uno diverso ma mai annullato. Eventuali Richieste di controllo e Reclami potranno essere presi in considerazione solo e esclusivamente in presenza di evidenze documentali obbiettive (non quindi opinioni personali, confronti con rilevazioni manuali del concorrente, calcoli teorici ecc. ecc.) la cui sussistenza e validità saranno esaminate di concerto dal Delegato ASI e dal CapoEquipe Cronometraggio. regolamento 2014 Manifestazioni di Regolarità con strumentazione meccanica ASI - 10

 

Art. 20 DISPOSIZIONI GENERALI

Per il fatto stesso dell'iscrizione alla manifestazione, il partecipante dichiara per sé e per i propri conduttori, navigatori, dipendenti e incaricati: di riconoscere e accettare il Regolamento Manifestazioni dell'A.S.I. (e sue norme integrative) ed il presente Regolamento Particolare di Evento, impegnandosi a rispettarlo e a farlo rispettare; di impegnarsi a risolvere qualsiasi controversia per fatti derivanti dall'Organizzatore e dallo svolgimento della manifestazione, mediante i meccanismi e i metodi di soluzione predisposti dall'A.S.I., rinunciando ad adire altre autorità che non siano quelle sportive per la tutela dei suoi diritti e interessi, e di quelli dei propri conduttori, navigatori, dipendenti e incaricati. di ritenere sollevati l'A.S.I., l'Organizzatore e tutte le persone addette all'organizzazione della manifestazione da ogni responsabilità circa eventuali danni occorsi ad esso concorrente, suoi conduttori, navigatori, dipendenti e incaricati o cose, oppure prodotti o causati a terzi o cose da esso concorrente, suoi conduttori, navigatori, dipendenti o incaricati.

 

Art. 21 ALLEGATI

I seguenti allegati faranno parte integrante del presente Regolamento Particolare dell'Evento: 1. cartografia dell'itinerario 2. programma completo della Manifestazione 3. tabella delle distanze e dei tempi

 

Art. 22 GIUDICE UNICO

II Giudice Unico è il Delegato A.S.I. e sarà il solo a prendere qualsiasi decisione dopo aver comunque consultato gli Addetti all'Evento. L'interlocutore per la manifestazione sarà il Direttore Evento, tutto andrà verbalizzato. In caso di reclami ufficiali, in cui il partecipante si riserva il diritto di appello, si dovrà inviare tutto il rapporto alla Commissione Nazionale Manifestazioni Auto dell'A.S.I., che provvederà a giudicare il caso nei termini previsti ed in base alle normative vigenti.

 

 

 

 

  • Facebook App Icon

© 2015 by Arch. Carlo Incammisa - www.carloincammisa.com

C.A.M.E. F.SARTARELLI - 91100 TRAPANI - VIA SPALTI 47

Tel. 0923 548508 - fax 0923 477172